Nonostante l’emergenza coronavirus l’intervento di ricostruzione dell’anca su una donna ultracentenaria

L’emergenza coronavirus non ferma l’attività operatoria, che continua ad occuparsi dei pazienti che non possono aspettare, anche dei più anziani, anche dei più fragili, garantendo loro la giusta assistenza e la massima sicurezza.

Alcuni giorni fa una donna di 104 anni, caduta accidentalmente in ambiente domestico, si è procurata una frattura laterale del collo del femore. Viene trasportata in ospedale a Rivoli, dove viene sottoposta, giovedì 2 aprile, ad intervento di riduzione della frattura e sintesi con chiodo endomidollare in titanio dal Dott. Arbucci e dal Dott. Mortera, dell’équipe ortopedica della S.C. Ortopedia e Traumatologia diretta dal Dott. Rainero Del Din.

L’équipe ortopedica al lavoro in sala operatoria a Rivoli.

Nonostante il momento difficile dunque, l’attività in ospedale, con le dovute restrizioni e la messa in atto delle procedure di sicurezza previste per il contenimento dell’epidemia, prosegue, offrendo assistenza a tutti i malati, covid positivi e negativi, se urgenti.

“Il decorso post operatorio sta ora procedendo in modo positivo” commenta il Direttore Generale AslTo3 Flavio Boraso “La signora sta bene ed è un esempio concreto di fiducia e speranza per tutti, in particolare per i più anziani, dei quali continuiamo a farci carico come sempre, nonostante le molte difficoltà, con la consueta professionalità e competenza”.

Lascia un commento

Skip to content