Donare sangue e organi

Donare

Il sangue è un tessuto complesso, non riproducile in laboratorio, che a grandi linee si può considerare costituito da una parte corpuscolata (Globuli rossi, Globuli bianchi, Piastrine) e da una parte liquida (Plasma), la cui unica fonte è costituita dalla disponibilità di Donatori Volontari.
Per questa ragione è fondamentale la collaborazione di tutte le persone che sono in possesso delle condizioni fisiche indispensabili per poter effettuare una donazione.
Impiegato intero o nei suoi diversi componenti (globuli bianchi, globuli rossi, piastrine, plasma) e derivati (Immunoglobuline, albumina,….) costituisce per molti pazienti un fattore unico e insostituibile di sopravvivenza nei servizi di primo soccorso, negli interventi chirurgici, nei trapianti di organo, nella cura dei tumori e delle varie forme di anemia e in numerose altre patologie.

Come donare il sangue

Le donazioni possono essere di sangue intero, che successivamente viene separato in laboratorio, oppure di singoli componenti tramite separatori cellulari che suddividono direttamente il sangue intero prelevando esclusivamente la frazione desiderata.
I donatori possono esser indirizzati alla donazione di sangue intero o dei singoli componenti globuli rossi (eritroaferesi), plasma (plasmaferesi), piastrine (piastrinoferesi) a seconda delle necessità cliniche, delle loro caratteristiche biologiche e della loro disponibilità.
Prima di essere ammesso alla donazione, il volontario viene sottoposto ad un accurato colloquio medico e ad esami diagnostici. Inoltre bisogna possedere i requisiti stabiliti dalla Legge n° 219 21/10/2005 e dal D.M. 03/03/2005 (e sue modifiche successive) tra i quali vengono citati i seguenti:

  • età compresa fra min. 18 e max 65 anni (max. 60 anni per la prima donazione e per quelle in aferesi)
  • buone condizioni fisiche generali;
  • pulsazioni comprese fra 50 – 100 battiti / minuto;
  • pressione arteriosa tra a110 e 180 mmHg (sistolica o massima); tra 60 e 100 mmHg (diastolica o minima)
  • peso non inferiore a 50 chili.

Comportamenti sessuali ed uso di sostanze stupefacenti a rischio di trasmissione di malattie infettive virali impediscono la donazione di sangue e devono essere dichiarati al medico trasfusionista in occasione della visita.
In occasione di tutte le donazioni il donatore autocertifica il suo comportamento, assumendosene la responsabilità, firmando il “Modulo di accettazione e consenso alla donazione”, definito sempre dalla Legge Trasfusionale.

 

Le donazioni di sangue intero si effettuano a intervalli non inferiori a 90 giorni: gli uomini possono donare 4 volte l’anno, le donne in età fertile due.
I donatori di sangue e di emocomponenti con rapporto di lavoro dipendente, ritirando il certificato di avvenuta donazione e presentandolo al datore di lavoro, hanno diritto ad astenersi dal lavoro per l’intera giornata in cui effettuano la donazione, conservando la normale retribuzione. In caso di inidoneità alla donazione, è garantita la retribuzione dei donatori lavoratori dipendenti limitatamente al tempo necessario all’accertamento dell’idoneità e alle relative procedure, sempre certificati da un medico del SIMT (art.8 Legge n° 219).

La mattina del prelievo è permessa una leggera colazione a base di tè o caffè con poco zucchero, con assoluta esclusione di latte e suoi derivati.

Dove

Per donare il sangue o per avere informazioni è possibile rivolgersi a : Pinerolo – Servizio Immunotrasfusionale ASL TO3 (SIMT) – presso ospedale “E. Agnelli” – Via Brigata Cagliari 39

  • per le donazioni di sangue intero, dalle 8.00 alle 10.30
  • per le donazione in aferesi ( es. di plasma e piastrine ), su appuntamento, dalle 09.00 alle 11.00, telefonando al numero 0121 233226.

I donatori che si presentano per la prima volta al SIMT di Pinerolo, anche se già attivi presso altri centri di prelievo, in quanto considerati “nuovi donatori” da sottoporre anche ad esami strumentali, devono presentarsi alle 8.00 – 8.30.

Informazioni dal lunedì al venerdì ore 08 – 12.40 tel. 0121 233226

Si possono avere informazioni e indicazioni sulle sedi territorialmente più vicine al domicilio dell’interessato, e conoscere le date programmate dei prelievi, rivolgendosi direttamente o telefonicamente alle Associazioni dei donatori di sangue:

  • AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue) – Via Piacenza, 7 – Torino, tel. 011 613341; oppure – Via Torino, 19 – Pianezza (To) tel. 011 9661668
  • FIDAS (Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue) – Via Ponza 2 – Torino, tel. 011 531166; oppure – Corso Spezia, 1- Torino, tel. 011 6634225

Donare gli organi significa acconsentire al fatto che, dopo la morte reni, fegato, cuore, polmoni, pancreas ecc. vengano prelevati dal cadavere per essere trapiantati ad ammalati gravi che ne hanno necessità per sopravvivere.

Esiste anche, solo per determinati organi, la donazione da vivente: questo significa che un organo non indispensabile alla vita (come il rene, perché sono due), oppure una parte di organo (per esempio una parte di fegato di un adulto, da cui si può ricavare un fegato da bambini), può essere donato da un familiare o anche da un estraneo, previo accertamento del giudice che escluda il fine di lucro.

La donazione di tessuti costituisce un’importante soluzione terapeutica, che ha visto negli ultimi anni una forte espansione. I tessuti che possono essere prelevati a scopo di trapianto sono: elementi ossei (per esempio, la testa di femore) o muscolo-scheletrici (cartilagini, tendini), tessuti cardiovascolari (arterie, vasi, valvole cardiache), tessuto oculare (cornea), tessuto cutaneo e membrana amniotica.

Per donazione di cellule normalmente si intende donazione di cellule staminali ematopoietiche, le cui fonti possibili di raccolta sono: midollo osseo, sangue cordonale o placentare, sangue periferico.

Come donare

Ciascuno ha il diritto di scegliere se, dopo la morte, vorrà o meno donare i propri organi e tessuti. Si può dichiarare la propria volontà in diversi modi:

Attraverso la compilazione del tesserino blu del ministero della Salute che deve essere conservato insieme ai documenti personali. È possibile compilare on line, sui siti www.daivaloreallavita.it e www.donalavita.net, la dichiarazione di volontà e stampare il proprio tesserino

Attraverso la registrazione della propria volontà presso le sedi dell’ Asl sotto riportati:

  • Collegno
    “Villa Rosa” , Via Torino, 1 presso la segreteria del Distretto
    dal lunedì al venerdì 9-13 e 14-15.30
  • Giaveno
    c/o Ospedale – Via Seminario, 45 presso la segreteria del Distretto
    dal lunedì al venerdì 8.30-12.30 e 13.30-15.30
  • Orbassano
    Piazza Carlo Alberto dalla Chiesa, 1 presso la segreteria del Distretto
    dal lunedì al venerdì 8.30-12.30 e 13.30-15.30
  • Pinerolo, Valli Chisone e Germanasca, Val Pellice Pinerolo
    stradale Fenestrelle, 72 presso gli uffici di Medicina Legale
    dal lunedì al venerdì 9.00-12.00
  • Rivoli
    Via Piave, 19 presso la segreteria del Distretto
    dal lunedì al venerdì 8.30-12.00
  • Susa
    Piazza S. Francesco, 4 presso segreteria Ufficio UVG e Ufficio Protesica
    dal lunedì al venerdì 8.30-12.30 e 13.30-15.30
  • Venaria Reale
    Via Sapino Don Giovanni, 152, presso la segreteria del Distretto
    dal lunedì al venerdì 9.00-13.00 e 14.00-15.30

Per avere maggiori informazioni

  • Associazione donatori midollo osseo (Admo) – Viale Giovanni Agnelli, 23 – Villar Perosa (To) – tel. 0121 315666 – www.admo.it – admopiemonte@admo.it
  • Associazione italiana per la donazione di organi, cellule e tessuti (Aido) – via Baiardi 5 – Torino – tel. 011 6961695 – www.aido.it – aido.provtorino@libero.it
  • Associazione italiana donatrici sangue cordone ombelicale sezione Piemonte (Adisco) – C.so Spezia 60 – Torino (presso Azienda Ospedaliera O.I.R.M. S. Anna)
  • www.donalavita.net
  • www.daivaloreallavita.it
  • Numero Verde a cura del ministero della Salute 800 333033
Skip to content